Libera Conoscenza
 
Home
 
Prossimi Appuntamenti
Download
LiberaConoscenza.it - il Notiziario
Contatti
Gli Autori di LiberaConoscenza.it
   
Mappa
       
 

Home->Download->Articoli e Documenti->Il ponte tra i vivi e i morti
 

 

IL PONTE FRA I VIVI E MORTI

Selezione di brani dai testi e dalle conferenze di Rudolf Steiner

Quarta edizione - ottobre 2017

 

"I fili spirituali intessuti fra le anime dei defunti e noi stessi
non vengono spezzati dalla morte, continuano ad esistere,
divengono anzi molto più profondi dopo la morte di quanto non lo fossero qui.
Quanto ho detto va accolto come una verità solenne, colma di significato."

Rudolf Steiner

L'Ascesa all'Empireo  Hieronymus Bosch  1490  Venezia, Palazzo Ducale

 

Brani dai testi e dalle conferenze di Rudolf Steiner sull'evento che ogni essere umano è chiamato prima o poi a incontrare, quello della morte, sua o dei propri congiunti.

La comprensione del mondo dei defunti è, secondo Rudolf Steiner, della massima importanza per l'evoluzione dell'essere umano, specialmente nell'attuale periodo evolutivo.

Si vuole inoltre qui evidenziare il ruolo attivo che i vivi possono avere nei confronti di chi ha oltrepassato la soglia e l'aiuto che noi vivi possiamo offrire ai nostri defunti, creando quindi un ponte tra chi ancora vive la sua vita terrena e chi è già nei mondi spirituali.

Questa breve antologia ha inoltre lo scopo di evidenziare l’offerta e la ricchezza di contenuti disponibile al ricercatore di queste tematiche, offerta che trae fondamento dalla cultura e dalla tradizione occidentale, spesso ignorata. I riferimenti di ogni brano alle conferenze originali permettono infine di recuperare facilmente il testo da cui sono stati estratti e poter quindi approfondire la tematica nella sua versione originale e completa.

Scarica l'allegato in formato PDF A5 (94 pgg. - 1,08 MB)

Scarica l'allegato in formato PDF A4 (46 pgg. - 1,04 MB)


Chiunque usufruisce del materiale qui presente dichiara di aver preso visione delle condizioni d'uso e di essere a conoscenza della formula del libero apprezzamento.