Libera Conoscenza
 
Home
 
Prossimi Appuntamenti
Download
LiberaConoscenza.it - il Notiziario
Contatti
Gli Autori di LiberaConoscenza.it
   
Mappa
       
 

Home->Download->Articoli e Documenti->Calendario dell'Anima 1983 (Enea Arosio)
 

 

CALENDARIO DELL'ANIMA - 1983
Prima parte*

A cura di Enea Arosio

* La seconda parte la trovate QUI

Il Calendario della anima - sovracopertina

 

Buon 1983!

Con Pasqua oltre all'ora legale, comincia il calendario dell'Anima dell'anno 1983, come recita il frontespizio (riprodotto dall'originale e aggiornato):
Im Jahre 1983 nach des JCH Geburt

Sapendo che quest'anno sarebbe stato di 55 settimane (wow!) ero curioso di sapere se fosse un'eccezione o meno e per l'occasione ho recuperato le date della Pasqua dal 1900 al 2215 (ben 315 date), giusto per avere una base dati e poter fare delle considerazioni; eccole:

1. minima e massima
nonostante wiki citi che la Pasqua può andare dal 22 marzo al 25 aprile ho rilevato (dal campione di 315 date) che il giorno più basso è il 23 marzo e quello più alto il 25 aprile.
Questo porta ad avere un'escursione temporale (dal minimo al massimo) di, udite, udite, udite: 33 giorni!!!

2. quanto "dura" un anno?
Lo leggerete all'interno della sovracopertina .
dal campione risulta che è compreso tra 50 e 55 settimane e magari uno si aspetta che un buon numero di anni sia composto da 52 o 53 settimane (sia nella media dell'anno via) e invece no! Mai (nel campione) è di 52 o 53 settimane!!!
Inoltre uno si aspetta che per una questione statistica le settimane rimanenti (50,51,54 e 55) abbiano più o meno le stesse possibilità di frequenza; ed è ancora un NO!
Ecco la rilevazione dal campione di 315 date in frequenza di settimane: 50 73 volte (23%), 51 125 volte (40%), 54 solo 20 volte (6%) e 55 96 volte (31%)!!!

3. Epatta e numero aureo
In pratica un ciclo Sole/Luna/Terra si ripete ogni 19 anni (ciclo metonico: ogni 19 anni avremo l'epatta nello stesso giorno solare) e ci si aspetterebbe che più o meno ritorni la Pasqua con una certa frequenza; bene, dal campione ho trovato che le prime 95 sequenze (dal 15/4/1900 al 3/4/1994) si ripetono esattamente (dal 16/4/1995 al 3/4/2089), peccato che 16 anni dopo la seconda ripetizione (il 5/4/2105) la sequenza si interrompa! ... quindi non ho trovato nel campione alcuna ripetizione!
Sembrerebbe che la Pasqua sia un unicum! (la ripetizione dell'epatta gregoriana ogni 5.700.00 anni, ben oltre l'anno platonico di 25.920, porta a questa considerazione).

4. il karma sociale in cicli di 33 anni
Prima dell'evento del Golgota negli antichi Misteri si leggeva la scrittura celeste per sapere come la divinità si sarebbe riflessa nel terrestre, così si sapeva cosa sarebbe successo qui in terra e i Re Magi compresero come le forze che fino allora erano fluite dal cosmo sulla terra ora andavano cercate nell'umanità stessa, nell'evoluzione storica, sociale e morale.
In particolare dal dopo Golgota è nella storia umana (sulla terra) che la divinità si manifesta direttamente (poiché il suo spirito è legato con la terra stessa).
Rudolf Steiner ci fa notare che il tempo che trascorre da Natale a Pasqua ci indica proprio il nesso dell'evoluzione storica, sociale e morale da ricercarsi qui tra gli uomini.
Oltre al karma del singolo individuo, abbiamo il karma sociale che si esprime in cicli di 33 anni: ciò che un'azione inizia quale Natale, avrà la sua risurrezione pasquale 33 anni dopo.
Un'intiera generazione (si calcola che ogni generazione comprenda 33 anni) di uomini deve intercedere tra il Natale e la Pasqua che si appartengono. Questa è la guida per imparare a leggere la nuova astrologia, la quale rivolge la propria attenzione agli astri che risplendono nell'evoluzione storica dell'umanità stessa.

Inoltre la mobilità della Pasqua (che allunga/accorcia l'intervallo di tempo tra Natale e Pasqua) influisce nel nesso dei 33 anni dando più o meno forza agli impulsi storici.

Questi impulsi del Natale che si susseguono non hanno uguale potenza nel divenire storico, ma l'uno agisce con più forza, l'altro più debolmente. Può accadere ad esempio che in un certo anno gli impulsi abbiano minor forza di penetrazione nei successivi trentatré anni, rispetto agli impulsi dell'anno seguente per i successivi trentatré anni e così via. Questo aspetto è sottolineato dal fatto che il periodo fra Natale e Pasqua è più lungo o più breve. Dunque la mobilità della Pasqua indica qualcosa che l'uomo deve considerare attentamente se vuole realmente comprendere come agiscono gli eventi nel divenire storico - Vedi per riferimento le prime 3/4 conf. della oo 180 Vol. IV - Verità dei misteri ed impulsi di Natale. Miti antichi e loro significato.

Sapendo questo, se "uno" vuole agire socialmente in maniera energica così da avere un'onda (o meglio uno tsunami) nel ciclo dei 33 anni successivi, allora agirà quando la forza di penetrazione, il periodo tra Natale e Pasqua, è più confacente.
Steiner dice solo "più o meno forza" e non dice se è direttamente o inversamente proporzionale alla distanza della Pasqua dal Natale; ma possiamo risolvere la questione se andiamo a leggere nella storia quando ad esempio le forze dell'ostacolo hanno agito e vediamo cosa troviamo tra il 1914-1918 e il 1939-1945 scoprendo così che nel periodo della prima guerra mondiale abbiamo quasi il massimo dei giorni intercorrenti tra Natale e Pasqua (1916=114) e nella seconda vi è il massimo (1943=115) ma questo germe avrà il suo frutto fra 33 anni e per sapere cosa ha generato, e con quale intensità, gli eventi delle due guerre mondiali, si dovrà andarne a cercarne i natali 33 anni prima!!!

5. 109 anni del Calendario dell'anima
Il primo schema proposto all'interno della sovracopertina (un grafico a dispersione) riporta ben 109 anni a partire dal 1912; per una questione visiva e di pulizia dello schema agli anni è stato tolto 1900, e vengono espressi sull'asse delle ascisse (orizzontale); quindi dal 12 al 99 sono gli anni dal 1912 al 1999 e dal 100 al 120 gli anni dal 2000 al 2020.
Sull'asse delle ordinate (verticale) sono riportate le settimane che compongono l'anno con un'escursione da 49 a 56 ma solo 4 eventi sono realmente movimentati, come abbiamo visto (50,51,54 e 55).
All'interno del grafico in corrispondenza dell'intersezione ascisse/ordinate viene ancora riportato l'anno (da 12 a 120) per una maggiore leggibilità.

6. 315 date - dal 1900 al 2215
Il secondo grafico vuol solo dare l'idea visiva di come le date del campione si dispongano nel tempo: sull'asse delle ascisse abbiamo gli anni dal 1900 (0) al 2215 (315) e sull'asse delle ordinate in una scala (riportata automaticamente da excel) le date della Pasqua risultano espresse nella fascia temporale del 23 marzo/25 aprile (e qui per poter realizzare il grafico è stato forzata in ordinata uno stesso anno [1900] per le 315 date del campione).
Dalla visione d'insieme del grafico si nota una certa regolarità, ma come abbiamo detto sopra (punto 3.) non vi è nel campione una ripetizione: la data della Pasqua è un unicum!

Queste e altre considerazioni si possono fare partendo dalla base dati in excel che trovate qui in allegato.

Con alcuni gruppi di studio da quest'anno viene analizzato il Calendario dell'anima "Alla Nolli maniera" per facilitare la comprensione del tedesco anche a chi non lo conosce; l'esempio del primo versetto è qui allegato.
Cosa è l' "Alla Nolli maniera"? Leggetelo in questo allegato!

Buon 1983, buono studio e meditazione a tutti.
Enea

 

PS:
La sovracopertina e l'esempio del primo versetto vanno stampati su foglio A4: pag. 1 fronte/pag. 2 retro e poi pag. 3 fronte/pag. 4 retro infine piegati ed inseriti uno nell'altro per farne un librettino A5.