Libera Conoscenza
 
Home
 
Prossimi Appuntamenti
Download
LiberaConoscenza.it - il Notiziario
Contatti
Gli Autori di LiberaConoscenza.it
   
Mappa
       
 

Home->Appuntamenti->L'Antroposofia oggi come arte sociale (Convegno Società Antroposofica)
 

 

SOCIETÀ ANTROPOSOFICA IN ITALIA

L'ANTROPOSOFIA OGGI COME ARTE SOCIALE

CONVEGNO ANNUALE CAGLIARI 22-23-24-25 APRILE 2017

il Ghetto degli Ebrei
Via Santa Croce, 18

Teatro Piccolo Auditorium Comunale
Piazza Dettori, 8
Cagliari

Convegno della SocietÓ Antroposofica in Italia

La moderna scienza dell’iniziazione a confronto in tutti i settori della vita e con il cambiamento dell’atmosfera spirituale della terra, collegata all’incarnazione del Cristo nel mondo eterico.

Il filo rosso del convegno, dal punto di vista delle conferenze, sarà il riflettere sul periodo apocalittico in cui si trova l'epoca attuale, dopo il superamento della soglia del mondo spirituale, inconsapevole, da parte dell'umanità moderna e riflettere su come si prospetti il futuro “pentecostale”, quindi di peregrinazione e di prove, dell'umanità stessa. Il superamento inconsapevole della soglia, che produce uno svincolarsi del pensare/sentire/volere umani e quindi anche un allentarsi dei freni etico-morali, ha radici nella vicende dell'anima, come sono state descritte da Giovanni e illuminate da Rudolf Steiner con la scienza spirituale. Protagonista dell'Apocalisse (Conferenza di Gasperi) è la figura del Cristo, partecipe dei contrasti e degli eventi anche catastrofici che, dall'inizio del secolo ventesimo, hanno investito con forza l'umanità. La ricomparsa del Cristo “quale 'volontà che domina nei ritmi universali” (Conferenze di Pederiva) sfiorerà anche quest'ultimo aspetto. La conferenza su “La geografia eterica della Sardegna” vorrebbe collegarsi ai temi antroposofici di carattere generale illustrando le caratteristiche della regione in cui si tiene il convegno e quali segni della situazione spirituale attuale vi si possano leggere. L'intervento sulla grande artista Maria Lai, di recente scomparsa vorrebbe anche mettere in evidenza un progetto di arte sociale in Sardegna, così come la visita al Nuraghe di Barumini e la presentazione de “La civiltà nuragica in Sardegna” ci faranno entrare ancora meglio sulla geografia antroposofica della Sardegna. Infine la conferenza di Samonà sulla Pentecoste potrà gettare il ponte verso il futuro e, speriamo, far risuonare in tutta la sua portata la “chiamata” ad una scelta di impegno sociale e comunitario, come quella che fu attuata verso i primi discepoli cristiani.

Nelle attività artistiche proposte, cioè Euritmia, Ginnastica Bothmer, Canto, Arte della parola e Disegno di forme si vorrebbe, come di consueto nei convegni annuali della Società Antroposofica in Italia, dare la possibilità di sperimentare un lato creativo peculiare dell'impulso antroposofico.

I gruppi di studio, infine: quello sull'evoluzione infantile (Laura Maria Tedde e Monika Joanni) guarda all'infanzia ed alla forza insita in essa, al di là delle minacce vere o presunte della precoce esposizione al mondo tecnologico; il gruppo sull'opera di Prokofieff (Christine Untersulzner) studierà direttamente la figura del Cristo eterico; Luigi Fiumara coordinerà un gruppo sull'influenza del Cristo eterico nell'arte, così come Vittorio Tamburrini affronterà il tema del risveglio della coscienza attraverso l'arte; Giuseppe Ferraro condurrà un gruppo su Calcare Silice Argilla, che sono, insieme ai metalli, costituenti fondamentali della terra minerale, in un pianeta, la Terra stessa, nella fase declinante della propria evoluzione. Infine un gruppo di studio, coordinato da Roberto Amabile, (L'impulso rosicruciano oggi) vorrebbe stimolare la riflessione sul tema della trasformazione della sostanza, collegandosi ad una delle origini esoteriche più importanti dell'antroposofia, appunto, il rosicrucianesimo.

Ci immergeremo nel significato più antico della lingua sarda grazie ad Andrea Deplano che presenterà durante la prima serata artistica il sacro nella polivocalità tradizionale con il canto del Tenore Ogliastra di Lanusei e ci aiuterà a comprendere ancora meglio i riferimenti alla regione ospitante il Convegno.

Un momento alto e significativo della manifestazione sarà la rappresentazione di alcuni quadri del secondo dramma mistero di Rudolf Steiner, da parte del gruppo di Marialucia Carones. Nei drammi mistero si descrive con ampiezza la vicenda di alcune incarnazioni di un gruppo di persone che si avvicinano alla scienza dello spirito e cercano di trasportarne, nella società in cui vivono, gli aneliti. Insomma, un convegno che vuole spingersi con lo sguardo verso il futuro e che inaugura un settennio di convegni italiani che giungeranno nel 2023 al centenario del convegno di Natale.

Per il Gruppo Antroposofico Sardo Uriel
Giancarlo Cimino

Scarica il programma del Convegno - formato PDF - 643 KB - 2 pgg.

Scarica il modulo di iscrizione al Convegno - formato PDF - 455 KB - 1 pg.